La storia dell'Eternit

Eternit (dal latino aeternitas - facendo allusione alla lunga durata), è il marchio registrato ed il nome commerciale dell'amianto e deve tale nome alla maggiore azienda di produzione del fibrocemento (una volta detto anche cemento-amianto).

Utilizzato in edilizia come materiale da copertura nella forma in lastra piana o ondulata, oppure come coibentazione di tubature, la commercializzazione in Italia dell'Eternit, in particolare della sua variante cemento-amianto, è cessata tra il 1992 e il 1994. 

Grazie alle sue caratteristiche dovute principalmente alla struttura fibrosa, all'agevole estrazione (cave a cielo aperto), alla facile lavorazione e al basso costo, nel 1911 l'eternit diventa diffusissimo e  la produzione di lastre e tegole è a pieno ritmo. L'amianto è stato utilizzato ampiamente per una vasta gamma di prodotti legati al settore della tecnologia delle costruzioni e per diverse attività industriali: lastre di rifinitura edile, tegole, tubi per acquedotti e canne fumarie, lastre di rivestimento e coperture ondulate per tetti e capannoni di tipo industriale. Persino fioriere e sedie da spiaggia!

Grazie alla legge 257 del 1992, l’amianto è severamente vietato in Italia. Da questa legge sono derivate anche una serie di normative specifiche che comprendono le modalità di smaltimento per bonificare le strutture contenenti l’eternit.

rimozione amianto lombardia

 

Smaltire l’amianto

un problema di fondamentale importanza per la salute umana e ambientale.

Visto la pericolosità ambientale dell’eternit e i rischi per la salute delle persone, la legge ha previsto procedure specifiche e rigide per lo smaltimento dell’Eternit che non può essere realizzato da chiunque ma solo da personale specializzato facente parte di aziende iscritte all’Albo nazionale delle imprese esercenti servizi di smaltimento dei rifiuti. Inoltre è necessaria l’autorizzazione del comune ed il controllo preventivo dell’azienda sanitaria locale

Esso finchè è inglobato nel cemento rimane innocuo diventa invece pericoloso per la salute nel caso in cui le fibre vengono liberate nell’aria. A questo punto è fondamentale adottare delle procedure di sicurezza per rimuoverlo.

Non correre rischi! Contattaci subito per un sopralluogo gratuito.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Chiudi